fbpx

Opera dei Pupi ed Ortigia

Mezza giornata spesa interamente a Siracusa, la Capitale della Magna Grecia. Per scoprire arti antiche e bellezze di questa città incredibile

Opera dei Pupi ed Ortigia

Opera dei Pupi ed Ortigia

Mezza giornata spesa interamente a Siracusa, la Capitale della Magna Grecia. Per scoprire arti antiche e bellezze di questa città incredibile

Opera dei Pupi ed Ortigia è un Tour di mezza giornata per vedere una delle più tipiche tradizioni siciliane, l’Opera dei Pupi. Questa era la migliore forma di divertimento sull’isola fino all’arrivo della televisione. Consiste in rappresentazioni teatrali marionettistiche di storie medievali sugli scontri tra i Normanni e i Mori, ma soprattutto tratte dei poemi francesi come “La Canzone di Roland0” I Protagonisti principali  delle messe in scena sono Carlo Magno ed i suoi Palatini, insieme ad Orlando dal poema “L’Orlando Furioso”, di Ludovico Ariosto.

Continuando con l’Opera dei Pupi ed Ortigia Tour, voi potrete scegliere tra la visita del Museo del Papiro, dove avrete la possibilità di imparare come la carta è prodotta dal papiro fin dall’antichità, o la scoperta del Tecnoparco, dove le invenzioni di Archimede sono riprodotte in scala originale. Archimede era un matematico, fisico, ingegnere, inventore, ed astronomo greco che visse a Siracusa nel III secolo a.C. Fu ucciso da un soldato romano durante il sacco di Siracusa, nell’anno 212 A.C., anche se il  Generale Romano Marco Claudio Marcello aveva ordinato di catturarlo vivo. In vita Archimede aveva studiato tutte le scienze all’epoca conosciute, dalla Geometria alla Statica e l’Idrostatica. A lui dobbiamo lo studio del principio della leva ed il famoso Principio di Archimede sui corpi galleggianti.

Poi via per visitare Ortigia. per la parte finale del tour Opera dei Pupi ed Ortigia Tour. Questa piccola isola, oggi collegata alla terraferma da due ponti, è la parte antica della città di Siracusa, il primo accampamento greco nell’area. Cominciando dalle rovine del Tempio di Apollo, la passeggiata vi porterà ad ammirare la Piazza Duomo con la sua bella Cattedrale bianca dedicata a “Santa Maria della Immacolata Concezione“, eretta sul tempio greco di Atena. La passeggiata continuerà fino a la Fontana di Arethusa, una leggendaria fontana di acqua fresca vicina al Mare.

Qui ad Ortigia vi offriremo uno spuntino tipico siciliano a base di “Távola Calda” con acqua e vino rosso dell’Etna. O, se preferite, avrete un’ora di tempo libero per pranzare in uno dei molti ristoranti caratteristici nei vicoli della città.

Quando l’ultima visita sarà dell’Opera dei Pupi ed Ortigia Tour terminata, tornerete a bordo del nostro Minivan.

 Il ritorno a Catania é previsto per le 15:00.

 

Se il vostro alloggio non é a Catania, ci potete raggiungere approfitando del nostro servizio transfer.

Informazioni importanti

Equipaggiamento raccomandato

Scarpe comode, cappellino, protezione solare, bottiglietta d’acqua, macchina fotografica

Variazioni d'itinerario

L’itinerario potrebbe subire variazioni in base ad eventi straordinari, scioperi, cattivo tempo o altre situazioni non prevedibili e non dipendenti dalla nostra volontà

Incluso nel prezzo

Trasporto in lussuoso Minivan con aria condizionata, Mercedes o similare.

Escursione in gruppo piccolo, max 8 persone

Seggiolino per bambini (su richiesta)

Degustazione di prodotti tipici siciliani con acqua e vino dell’Etna.

Autista poliglotta a disposizione per l’intera giornata

Non incluso nel prezzo

Guida turistica autorizzata all’interno dei siti archeologici e/o monumenti (disponibile a pagamento e su richiesta)

Biglietti di ingresso ai monumenti

Pranzo completo

Tutto ciò non specificato nella lista “incluso nel prezzo”

Adatto a

Tutti

Siracusa

Siracusa è una delle colonie greche più antiche, fu fondata nel 734 a.c. e vanta la fama di città più grande e bella della Magna Graecia. Città natale di Archimede e di Santa Lucia, la città di Siracusa è stata dichiarata dall’Unesco nel 2005, congiuntamente alla Necropoli Rupestre di Pantalica, patrimonio dell’umanità.

La città si sviluppa in parte sull’isola di Ortigia e in parte sulla terraferma; tenendo inoltre presente che l’intera area è situata all’interno della Sicilia, proprio per la sua ubicazione geografica , Siracusa è spesso appellata come «isola nell’isola». Inoltre la sua ubicazione geografica la rende particolarmente attraente per i suoi tramonti.

L’area archeologica di Siracusa è molto vasta, dalle necropoli al parco archeologico della Neapolis, dove al suo interno si trovano molti dei monumenti più significativi e storicamente evocativi della città: il teatro greco, la grotta del Ninfeo, la Via dei Sepolcri, l’Orecchio di Dionisio, l’acquedotto Galermi, l’Ara di Ierone, l’anfiteatro romano, l’arco trionfale di Augusto, la (presunta) tomba di Archimede.

L’architettura della città è impronta della storia dei popoli che si susseguirono: una forte caratterizzazione viene data sotto il dominio spagnolo, poiché dopo il violento terremoto del 1693, gran parte della città venne ricostruita in stile barocco, motivo per cui Siracusa, insieme ad altre città del Val di Noto, viene presa ad esempio per la definizione di barocco siciliano.

La festività siracusana popolare più nota a livello nazionale e internazionale è la festa di Santa Lucia, la quale comincia il 13 dicembre, giorno in cui si svolge la processione con la statua della Santa per le vie della città.

Cosa stai cercando?

Scrivi qui per trovare escursioni, pagine e altro